Andalusia portami via! Giorno 1: Granada

Inverno: i nostri amici ci fanno una proposta allettante per le ferie d’agosto: un viaggio on the road nella calda Andalusia!

Come rifiutare? E quindi eccoci qua, 8 giorni tra tori, ulivi, moschee e spiagge da sogno.

Ecco il tracciato che abbiamo percorso:

http://goo.gl/maps/41Rto

Giorno 1 (domenica 4 agosto): partenza da Treviso con Ryan alle 9.30 del mattino. Il volo Treviso-Malaga e ritorno ci è costato circa 170 Euro a testa (solo bagaglio a mano!!) e abbiamo lasciato la macchina nel P2 per 37 euro per una settimana. Arrivo a Malaga verso mezzogiorno: all’uscita ci aspetta la gentile signorina del noleggio auto che ci porta verso il nostro bolide, il Nissan Pathfinder!

Consiglio: NON prendere una macchina così grande!! Noi avevamo scelto un “Rav4 o equivalente” perchè costava poco più di un’utilitaria, e per stare più comodi viaggiando in quattro, ma contando le difficoltà di parcheggio e quanto beve la ragazza, era decisamente meglio scegliere una macchina più normale!

Col nostro bolide ci siamo diretti verso la nostra prima tappa: Granada! Abbiamo alloggiato all’hotel Senator, un ottimo 4 stelle in una posizione strategica per visitare la città. L’abbiamo scelto perchè abbiamo trovato un’offerta a un prezzo stracciato, ma ovviamente non comprendeva nè la colazione, nè il parcheggio (comunque disponibile a pagamento). In compenso però comprendeva la SPA…peccato che fosse chiusa di domenica!

Granada è la città delle tapas gratis e quindi ne abbiamo subito approfittato per pranzo, scegliendo un locale molto carino vicino all’hotel, appena attraversato il fiume: il Bar Ricon de Cristobal. La particolarità di questo bar è appunto la lunghissima lista di tapas tra le quali puoi scegliere la tua preferita…oppure andare a caso e vedere cosa ti capita! Dopo il pranzo luculliano pagando solo il bere abbiamo preso un taxi per l’Alhambra (per il modico costo di 6 euro, ideale se siete in 4 come noi). L’Alhambra è una città murata in stile arabo che occupa una collina sopra Granada ed è patrimonio culturale dell’umanità: impossibile perdersela!

Siamo arrivati là verso le 18 anche se la receptionist dell’hotel ci aveva dissuaso perchè a una cert’ora i biglietti di solito finiscono, ma in realtà ci hanno fatto entrare senza problemi e soprattutto senza aver prenotato. Quindi tentate, non si sa mai!

Dopo la visita siamo tornati giù in città e abbiamo fatto un altro lunghissimo giro di tapas per il centro storico…peccato che a mezzanotte la maggior parte dei bar ha iniziato a chiudere!  Che delusione mia cara Spagna!

Tornando verso l’hotel abbiamo però trovato una festa sul tetto panoramico del palazzo dei Congressi (proprio di fronte all’hotel): il posto ideale dove bersi l’ultimo mohito prima di andare a dormire! 🙂

GRANADA: VOTO 7 (solo per la chiusura dei bar a mezzanotte, altrimenti sarebbe stato un 8 pieno)

Giorno 2: CORDOBA

Giorni 3  e 4: SIVIGLIA

Giorno 7: Marbella