Spiedini di gamberi e guanciale con lenticchie al curry

Un piatto invernale dal vago sapore etnico che farà la sua figura per il cenone della Vigilia di Natale o a Capodanno, ma che è l’ideale anche per una veloce e sfiziosa cenetta a lume di candela.

INGREDIENTI per 2 persone:

90 gr di lenticchie secche

2 cucchiai di verdure miste per soffritto (sedano, carota, cipolla)

8 code di gamberi

8 fettine di guanciale

un rametto di rosmarino

brodo vegetale

sale e pepe

un cucchiaino di curry

burro

PROCEDIMENTO: Mettete a rosolare in una padella le verdure da soffritto con una noce di burro e il cucchiaino di curry. Risciacquate le lenticchie sotto l’acqua corrente e aggiungetele al soffritto. Fate andare per alcuni minuti, poi aggiungete il brodo vegetale caldo fino a ricoprire completamente le lenticchie. Abbassate il fuoco e coprite con un coperchio.

Mentre le lenticchie cuociono, tagliate il guanciale a fettine sottili, prendete i gamberi e avvolgeteli con il guanciale, poi infilzatene 2 per spiedino, per lungo. Quando sono passati circa 25 minuti (le lenticchie ce ne impiegano circa 35 per cuocere), mettete a scaldare la bistecchiera con una noce di burro. Quando è bella rovente appoggiatevi gli spiedini e cuoceteli 5 minuti per lato.

Nel frattempo le lenticchie dovrebbero essere cotte: assaggiatele e aggiustatele di sale e pepe se necessario.

BUON APPETITO!

Advertisements

Straccetti di pollo e zucchine con salsa di soia

 

Il pollo è un alimento super versatile e per questo quando ci sono delle offerte formato famiglia le compro spesso, surgelando poi le porzioni ad una ad una in freezer.

Purtroppo però il gusto del pollo è sempre un po’ troppo delicato per i miei gusti, e quindi cerco sempre delle ricette un po’ movimentate per evitare di fare la “solita” fettina di pollo.

L’altra sera avevo mangiato del sushi e quindi stasera ero alla ricerca di una ricetta orientale.

Ho trovato una ricetta che mi ispirava su GialloZafferano, e dopo averla testata ve la propongo, con i dovuti aggiustamenti…la personalizzazione non può mancare nella mia cucina! 🙂

INGREDIENTI per 2 persone:

300gr di pollo

3 zucchine

50 ml di salsa di soia

1 cucchiaio di mile

una spolverata di paprika

il succo di mezzo limone

uno spicchio d’aglio in camicia

olio EVO

PROCEDIMENTO:

Tagliare a striscioline il pollo e le zucchine, poi metterle in una ciotola e aggiungere la salsa di soia, il mezzo limone spremuto, l’aglio, la paprika e il miele.

Amalgamare bene il tutto e lasciare riposare per mezz’ora.

Passata la mezz’ora, in una padella far soffriggere un filo d’olio e poi versare tutto il contenuto della ciotola, salsina compresa.

Cuocere a fuoco vivace per 10-15 minuti mescolando ripetutamente fino a quando il pollo si sarà ben cotto e la salsina sarà del tutto assorbita.

Si può servire con del riso basmati lesso e della birra Asahi.

E la cena è servita con un piatto veloce e gustoso: BUON APPETITO!

 

 

Un pranzetto veloce: falafel e carote

L’altra sera ho provato a fare i falafel al forno. Complicati direte voi? In realtà sono molto più facili di quello che sembra, a patto di avere i giusti attrezzi… io ad esempio, che mi sono trasferita da poco, ero sprovvista di frullatore ad immersione!

Una persona normale a questo punto avrebbe desistito e deciso di passare a un altra ricetta, ma io avevo così voglia di cimentarmi in questo piatto arabo che mi sono abbassata a chiedere l’attrezzo alla vicina!

Ma passiamo agli ingredienti, per due persone: 

due confezioni da 200 gr di ceci in scatola (oppure se volete potete usare i ceci secchi, che dovrete mettere a mollo per una notte nell’acqua e poi cuocere in pentola a pressione per circa mezz’ora)

una cipolla bianca media

un mazzetto di prezzemolo

sape, pepe e curry

Pangrattato

Olio EVO

Procedimento:

Scolare i ceci e, assieme ad un filo d’olio,  frullarli con il frullatore a immersione (io ho trovato difficoltà a frullarli nel contenitore alto del frullatore a immersione, perchè sono troppo densi, quindi ho usato una semplice ciotola). Il composto finale deve essere omogeneo ma presentare anche dei pezzetti di ceci, per essere “rustico” all’assaggio.

Tritare finemente la cipolla e il prezzemolo e aggiungerli al composto di ceci, poi insaporire il composto con sale, pepe e curry.

A questo punto prendere il composto con le mani unte d’olio e formare delle palline (se vogliamo fare delle polpette) oppure degli hambuger, e impanarli con abbondante pangrattato.

Dopodiché i falafel andranno “cotti” al forno, con un filo d’olio sopra, alla massima temperatura con funzione grill per 10 minuti, o comunque finchè non saranno dorati. Metto “cuocere” tra virgolette perchè in realtà i ceci sono già cotti, hanno solo bisogno di una botta di croccantezza!

Volendo si possono anche friggere in abbondante olio bollente, come vuole la ricetta tradizionale, ma al forno sono molto più leggeri! Consiglierei quindi la frittura per uno sfizioso aperitivo con gli amici, mentre la cottura al forno è perfetta per un secondo leggero.

10 minuti e il gioco è fatto! Un ottima cena etnica che, se avanza come è successo a me, è perfetta anche da mangiare fredda il giorno dopo, come pranzo da portare al lavoro, abbinata a delle classiche e intramontabili carote grattugiate!

BUON APPETITO!!!

@elivarotto