Mini cheesecake all’arancia

IMG_6101

 

Ultimi scampoli di un inverno che non c’è mai stato, e ultime arance. Ho deciso quindi di utilizzare questo frutto tipicamente invernale per preparare un dolcetto tipicamente estivo: un connubio perfetto per questo mese di transizione!

INGREDIENTI PER 15 MINI CHEESECAKE:

Per la base:

60 gr di biscotti integrali Galbusera

30 gr di burro

Per la crema:

250 gr di Philadelphia

200 gr di panna

50 gr di zucchero a velo (oppure direttamente 250 gr di panna zuccherata)

un uovo

buccia grattugiata di un’arancia

Per la gelatina:  

una bustina di Tortagel

due cucchiai di zucchero

il succo e la polpa di un’arancia + 100 ml di acqua (in totale 250 ml di liquido)

Per la decorazione:

un’arancia tagliata a spicchietti

PROCEDIMENTO:

Preparare prima la base: tritare i biscotti al tritatutto e sciogliere i 30 gr di burro al microonde per 1 minuto, poi amalgamarli assieme e distribuire il composto nei pirottini (circa un cucchiaio scarso per ogni pirottino).

Passiamo quindi alla crema: in una ciotola amalgamiamo il Philadelphia con il tuorlo dell’uovo, la panna non montata e lo zucchero a velo. Mescoliamo fino a quando si forma una crema. Aggiungiamo quindi la buccia grattugiata dell’arancia e gli albumi che avremo precedentemente montato a neve. Incorporiamoli con calma e poi versiamo la crema nei pirottini (circa un cucchiaio e mezzo per pirottino).

Mettiamo i pirottini in forno e li cuociamo per 20 minuti a 160°.

Nel frattempo iniziamo a preparare la gelatina: spremiamo l’arancia e versiamone il succo e la polpa in un bicchiere, riempiendolo poi fino all’orlo con l’acqua. In un pentolino versiamo il Tortagel, due cucchiai di zucchero e il liquido (arancia + acqua). Portiamo ad ebollizione fino a quando inizia ad addensarsi, poi spegniamo il fuoco e lasciamo riposare.

Togliamo dal forno le cheesecake, le lasciamo raffreddare un po’ e poi ci versiamo sopra la gelatina (un cucchiaio per ogni pirottino). Tagliamo un’altra arancia a spicchietti e ne adagiamo quattro su ogni pirottino.

Et voilà, un dolcetto sfizioso perfetto per chiudere una cena tra amici o da portare alla festa di Carnevale!

Millefoglie al cioccolato con crema di ricotta e pistacchi

San Valentino è ormai passato da un pezzo, lo so, ma avevo altri post da pubblicare e quindi il post culinario era passato in secondo piano. Ma questo non è un dolce buono solo per la festa degli innamorati. È un dessert perfetto anche per concludere delle cene in compagnia, perchè può essere preparato prima e conservato in frigo fino al momento della consumazione.

INGREDIENTI per 2 persone:

50 gr di cioccolato fondente

50 gr di ricotta

50 gr di panna dolce da montare

20 gr di pistacchi

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa prepariamo le sfoglie di cioccolato: sciogliamo il cioccolato fondente nel microonde o a bagnomaria, poi prendiamo la teglia del forno, la rivestiamo con la carta da forno e con un pennello da cucina spalmiamo il cioccolato sulla carta da forno. Per ogni persona facciamo 4 sfogliette: possiamo dargli la forma di cuore, quadrata, rettangolare…insomma, come preferite, l’importante è che le dimensioni delle sfoglie siano simili.

Mettiamo quindi la teglia in frigo e procediamo col preparare la crema: tritiamo i pistacchi sgusciati nel tritatutto e mescoliamoli in una ciotola con la ricotta. Poi montiamo la panna a neve ferma e la incorporiamo al composto di ricotta, mescolando delicatamente per non smontare la panna. Poniamo anche la ciotola in frigo.

Dopo circa un’ora togliamo il tutto dal frigo e iniziamo ad assemblare il dolce: io per comodità li assemblo direttamente sui piattini da dessert. Prendiamo la teglia con le sfoglie e stacchiamo delicatamente la prima con la lama di un coltello, la adagiamo sul piatto e ci versiamo sopra un cucchiaio di crema e continuiamo così fino ad avere quattro sfoglie e tre strati di crema.

Rimettiamo i piattini in frigo fino al momento di servirli et voilà: il dessert è in tavola!

Tanti auguri a me! Variazioni sul tema: la torta caprese.

IMG_6096

 

TANTI AUGURI A ME!! TANTI AUGURI A MEEEE!!! Ieri ho compiuto ben 26 anni e come al solito mi sono voluta preparare una bella torta per festeggiare.

L’idea di partenza era quella di fare la celeberrima torta caprese di Iginio Massari (la ricetta la trovate sul blog Fables de Sucre), ma poi come al solito manca quello, manca quell’altro, o meglio non avevo proprio le dosi esatte dei vari ingredienti.

Quindi ecco la mia personale variazione sul tema:

  • 200 gr di zucchero a velo
  • 25 gr di miele di acacia
  • 200 gr di burro
  • 4 tuorli
  • 35 gr di cacao amaro
  • 100 gr di mandorle in polvere
  • 100 gr di farina 00
  • mezza bustina di lievito per dolci
  • 230 gr di cioccolato fondente
  • 4 albumi

Il procedimento è lo stesso previsto per la ricetta originale e lo trovate qui.

Anche con le modifiche che sono stata costretta a fare, è una torta veramente goduriosa, soprattutto se mangiata tiepida!

Plum cake ai mirtilli rossi

image

Cosa c’è di meglio di un soffice plum cake per iniziare la giornata con il piede giusto? Ma qual è il giusto livello di sofficezza di un plum cake?

Per me l’impasto “perfetto” è quello che ho trovato nel blog “La buona cucina di Katty”, nella ricetta della torta di uva fragola. L’avevo fatta una volta ed ero rimasta estasiata dalla consistenza della torta, e così ho voluto usare lo stesso impasto per provare a fare un plum cake. Vi riporto quindi la ricetta riadattata:

INGREDIENTI:

400 gr di farina 00
130 gr di burro
190 gr di zucchero
2 uova
250 ml di latte (nella ricetta originale c’erano 100 ml di latte e 150 ml di succo di macerazione dell’uva)
50 gr di mirtilli rossi essicati (nella ricetta originale c’era ovviamente l’uva)
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa mettete a bagno i mirtilli essiccati. Montate il burro a temperatura ambiente con lo zucchero e aggiungere uno alla volta i tuorli d’uovo. Montate quindi gli albumi a neve ferma con un pizzico di sale. Preriscaldate il forno a 180°.
Aggiungere al burro la farina setacciata con il lievito e alternate con il latte, aggiungete anche i mirtilli e amalgamateli all’impasto. Infine aggiungete delicatamente gli albumi montati.

Foderate una teglia da plum cake con la carta da forno e adagiatevi al suo interno l’impasto. Cuocete in forno a 180° per 35-40 minuti (fate la prova dello stecchetto!). Una volta raffreddato cospargetelo con lo zucchero a velo et voilà, la colazione è pronta!!

Grazie mille Katty per questo ottimo impasto!

Biscotti Rose del Deserto

I biscotti Rose del Deserto sono un dolce semplicissimo ma che fa sempre la sua bella figura, e soprattutto sono buonissimi! La prima volta che li ho assaggiati ero a casa del mio ragazzo: mi sono piaciuti talmente tanto che ho subito chiesto a sua mamma la ricetta, che ora voglio condividere con voi.

INGREDIENTI (per due teglie di biscotti):

2 uova

300 gr. di farina

200 gr. di zucchero

150 gr. di burro

200 gr. di uvetta

1/2 bustina di lievito

qualche goccia di rum

la buccia grattugiata di un limone e un’arancia

cornflakes q.b.

PROCEDIMENTO:

per prima cosa mettere a bagno l’uvetta e grattugiare la scorza del limone e dell’arancia. In una ciotola mescolare con una frusta le uova e lo zucchero, poi aggiungere anche il burro ammorbidito. Versare a poco a poco la farina setacciata alla quale avremo aggiunto il lievito. Deve venire un composto bello sodo ma non troppo asciutto. Aggiungere quindi la scorza grattugiata, l’uvetta e il rum, amalgamando per bene il composto.

Mettere in un piatto piano i cornflakes  e preriscaldare il forno a 150°. Prendere un cucchiaino di impasto e, aiutandosi con un altro cucchiaino, versarlo sopra i cornflakes. Ricoprirlo per bene e poi adagiarlo sulla teglia foderata di carta da forno. Ripetere il procedimento per tutti i biscotti, quindi infornarli a 150-160° per circa 20 minuti, fino a quando saranno ben dorati.

ATTENZIONE: questi biscotti vanno a ruba!!

Torta di Halloween: zucca e mandorle

La zucca è uno degli alimenti che ho imparato ad apprezzare negli ultimi anni e vista la notevole produzione di zucche nell’orto di mia nonna, ogni volta che vado a trovarla ne rubo una e ne approfitto per avere sempre a casa delle zucche fresche e soprattutto biologiche!

La parte più rognosa è sicuramente aprire la zucca e toglierli la buccia! Io non ho ancora trovato un metodo che sia allo stesso tempo sicuro ed efficace: ho rischiato più volte le dita! Comunque una volta rubata la zucca della nonna la pulisco in un’unica volta, poi la taglio a spicchi e la congelo, in modo da averla sempre pronta all’occorrenza.

Ed infatti mi è tornata utile, perchè ieri sera avevo voglia di fare una torta ma non avevo bene le idee chiare sul tipo di torta che volevo fare…poi mi sono ricordata della zucca in freezer e mi sono detta: è perfetta!

Ecco gli ingredienti:

2 uova

150 gr di zucchero di canna

100 gr di burro

150 gr di farina 00

150 gr di farina integrale

200 gr di zucca

100 ml di latte

40 gr di mandole a lamelle

1/2 cucchiaino di cannella

1 bustina di lievito

PROCEDIMENTO: per prima cosa pulite e tagliate la zucca a spicchi (potete anche lasciare la buccia), incartatela nell’alluminio e mettetela in forno a 200° per circa 40 minuti. Poi mettete la zucca su un tagliere, dividete con un coltello la polpa dalla buccia e schiacciate la polpa con una forchetta (non frullo la zucca perchè mi piace molto sentire una consistenza rustica nella torta).

In una ciotola montate i tuorli con lo zucchero di canna e il burro a pomata (lasciato per qualche ora a temperatura ambiente), poi aggiungete un po’ di farina setacciata e latte, fino a esaurire tutto il latte e quasi tutta la farina. Aggiungete quindi al composto la zucca schiacciata, mezza confezione di mandorle e la cannella. Amalgamate per bene il tutto e poi mettere da parte l’impasto per montare a neve gli albumi con un pizzico di sale. A questo punto aggiungete all’impasto la restante farina che sarà stata setacciata assieme al lievito, mescolate bene, e poi aggiungete anche gli albumi montati, facendo attenzione a mescolarli dal basso verso l’alto.

Distribuire l’impasto sulla tortiera e spargerci sopra le restanti mandorle. Infornare a 180° per 35-40 minuti.

BUON HALLOWEEN A TUTTI!

con questa ricetta partecipo alla raccolta:

Torta della mamma (aka yogurt, mele, uvetta e pinoli)

image

Momento amarcord ieri sera, avevo voglia di casa. Quella di quand’ero piccola e mia mamma ci faceva i dolci per colazione, ed essendo quattro fratelli ogni giorno era una torta nuova perché ce la spazzolavamo tutta prima della fine della giornata successiva!
Per un periodo mia mamma era solita comprare le miscele per dolci (non chiedetemi perché!) e così aveva provato a fare un po’ tutte le torte presenti nel ricettario all’interno della confezione.
La mia preferita era sicuramente la torta gardena allo yogurt, perché era ricca senza essere pesante e rimaneva un po’ umida dentro, dando quella sensazione di perfetta sinfonia tra i vari ingredienti.
E così ieri sera ho chiamato mia mamma per farmi dare la ricetta, che ovviamente nel corso degli anni si è un po’ discostata dall’originale! La particolarità è che, soprattutto per praticità, il vasetto di yogurt viene usato come dosatore.

Ingredienti:
Un vasetto di yogurt naturale intero
Tre vasetti di farina
Un vasetto di zucchero bianco e uno di zucchero di canna
Mezzo vasetto di olio di semi
Due uova
100gr di uva passa
50gr di pinoli
Una bustina di lievito
2 mele di piccole dimensioni

Procedimento:
Come prima cosa mettere a mollo l’uva passa e poi sbucciare le mele e tagliarle a dadini.
In una ciotola rompere le uova e mescolarle con lo yogurt, lo zucchero, la farina setacciata assieme al lievito e per ultimo aggiungere l’olio piano piano.
Accendere il forno a 180 gradi.
Poi inserire nell’impasto anche i pinoli, l’uvetta scolata dall’acqua e i pezzettini di mela. Mescolare per bene e distribuire il composto nella tortiera.
Cuocere in forno a 180 gradi per 35 minuti.

BUON APPETITO!