Un pranzetto veloce: falafel e carote

L’altra sera ho provato a fare i falafel al forno. Complicati direte voi? In realtà sono molto più facili di quello che sembra, a patto di avere i giusti attrezzi… io ad esempio, che mi sono trasferita da poco, ero sprovvista di frullatore ad immersione!

Una persona normale a questo punto avrebbe desistito e deciso di passare a un altra ricetta, ma io avevo così voglia di cimentarmi in questo piatto arabo che mi sono abbassata a chiedere l’attrezzo alla vicina!

Ma passiamo agli ingredienti, per due persone: 

due confezioni da 200 gr di ceci in scatola (oppure se volete potete usare i ceci secchi, che dovrete mettere a mollo per una notte nell’acqua e poi cuocere in pentola a pressione per circa mezz’ora)

una cipolla bianca media

un mazzetto di prezzemolo

sape, pepe e curry

Pangrattato

Olio EVO

Procedimento:

Scolare i ceci e, assieme ad un filo d’olio,  frullarli con il frullatore a immersione (io ho trovato difficoltà a frullarli nel contenitore alto del frullatore a immersione, perchè sono troppo densi, quindi ho usato una semplice ciotola). Il composto finale deve essere omogeneo ma presentare anche dei pezzetti di ceci, per essere “rustico” all’assaggio.

Tritare finemente la cipolla e il prezzemolo e aggiungerli al composto di ceci, poi insaporire il composto con sale, pepe e curry.

A questo punto prendere il composto con le mani unte d’olio e formare delle palline (se vogliamo fare delle polpette) oppure degli hambuger, e impanarli con abbondante pangrattato.

Dopodiché i falafel andranno “cotti” al forno, con un filo d’olio sopra, alla massima temperatura con funzione grill per 10 minuti, o comunque finchè non saranno dorati. Metto “cuocere” tra virgolette perchè in realtà i ceci sono già cotti, hanno solo bisogno di una botta di croccantezza!

Volendo si possono anche friggere in abbondante olio bollente, come vuole la ricetta tradizionale, ma al forno sono molto più leggeri! Consiglierei quindi la frittura per uno sfizioso aperitivo con gli amici, mentre la cottura al forno è perfetta per un secondo leggero.

10 minuti e il gioco è fatto! Un ottima cena etnica che, se avanza come è successo a me, è perfetta anche da mangiare fredda il giorno dopo, come pranzo da portare al lavoro, abbinata a delle classiche e intramontabili carote grattugiate!

BUON APPETITO!!!

@elivarotto

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s